ABYSS CLEANUP - TEASER 2019

Circa il 50% dei rifiuti che finiscono in mare si deposita sui fondali e vi rimane per sempre. Questo fenomeno ha varie cause, alcune sorprendenti e in fase di studio, altre ben note legate a ignoranza e criminalità. Pescatori, sub, biologi e geologi marini stanno unendo le forze per combattere il "marine litter", i rifiuti sommersi. Ma trovare queste discariche non è affatto semplice. Servono tecnologie avanzate, conoscenza del mare e risorse economiche non da poco. Ho deciso di unirmi alle persone che stanno già combattendo questa battaglia e vogliono rimuovere le discariche sottomarine da -20m a -800m in Sicilia e Liguria. Per raccontare la loro storia, per raccontare questo terribile fenomeno e soprattutto, per trovare delle soluzioni. Abyss clean up sarà una serie a episodi pensati per la tv e per il web che verrà girata nel 2020.

ABYSS CLEANUP - VLOG 5: 1000 auto sommerse a Varazze

Con i ragazzi di "Menkab il respiro del Mare" abbiamo fatto una esplorazione con ROV a -50m circa a poche miglia da Varazze. Qui giacciono circa 1500 auto sul fondale. Una storia assurda che possiamo provare a capire solo facendo un salto indietro nel tempo di 50 anni... Guardate e fatevi una vostra opinione. La prossima volta torniamo in Sicilia per un racconto al cardiopalma! Se vuoi sapere come realizzo questi video è appena uscito il mio "Manuale dell'adventure filmmaker"! Tutto quello che c'è da sapere per chi vuole girare documentari outdoor, dall'ideazione alla distribuzione.

L' Alaska è una continua sorpresa. Una mattina a colazione ho ricevuto una visita dall'ex capo tribù Gwitch'in e ho ascoltato da lui una storia affascinante sui messaggi portati dagli animali. Qui c'è molto silenzio, è più facile ascoltare. L'eterna lotta tra la vita e la morte , per esempio, si percepisce molto chiaramente. Ogni angolo di questo luogo ti ricorda quanto sia facile morire e quanto sia doveroso sopravvivere ogni giorno.

Su Prime Video l'epico viaggio di Igor D'India lungo il fiume Yukon , attraverso il Canada e l'Alaska. 16000 km di autostop e quasi 2000 km di canoa con un approccio "old-fashioned" all'avventura. Senza assistenza, radio, GPS e con solo alcuni pannelli solari per ricaricare le sue apparecchiature audio/video. Nel 1965 il noto alpinista Walter Bonatti compi' una spedizione solitaria in canoa lungo lo Yukon.

Showing all 5 results